Visti per Voi: Villino Favaloro e le Stanze d’Aragona!

Dopo avervelo anticipato poco più di un mese fa in un post che ha avuto un successo straordinario, finalmente la vostra Marga Rina ce l’ha fatta e ha visitato il Villino Favaloro di piazza Virgilio, a Palermo, e, contestualmente la mostra collettiva “Le Stanze d’Aragona. Capitolo III”, visitabile fino al 14 novembre 2015 a ingresso gratuito!1

È stato finalmente possibile ammirare questo incantevole gioiello che ha segnato il passaggio dall’eclettismo ottocentesco al modernismo e che è stato progettato dal nostro G.B. Basile nel 1889 e completato dal figlio (anche nostro!) Ernesto con l’aggiunta della famosa torretta e del giardino d’inverno.

4

È stato possibile ammirare i superstiti decori floreali sui tetti di Carmelo Giarrizzo e Salvatore Gregorietti  sia delle sale interne sia del terrazzo al primo piano e le sempiterne bifore arricchiti da minuti ed eleganti capitelli. Lo ammetto, le foto non sono un granchè ma è tutto un escamotage per incuriosirvi ad andare!

7

Oltre al Villino, proprio perché nelle sue sale, non dimentichiamoci che è visitabile “Le Stanze d’Aragona. Capitolo III”, fase conclusiva del progetto dedicato all’arte contemporanea tendente all’astrazione, organizzato due capitoli fa dalla panormitana Rizzuto Gallery, e ora in collaborazione col Comune di Palermo.

6

Sono 36 gli artisti in mostra e un poco più le opere collocate nelle varie sale del Villino, alcune delle quali si integrano bene per colori e si radicano in modo eccellente nell’anima dell’edificio e del giardino trapezoidale, come il giganteggiante ficus limonoides che in esso troneggia. Mi riferisco, in particolare, alla maschera dai colori cupi e profondissimi di Pietro Roccasalva, che da sempre mescola citazionismo colto, virtuosismo tecnico e attitudine alla riflessione filosofica; mi riferisco alle figure pseudoectoplasmiche del conterraneo Vito Stassi, le cui opere sono finestre su un’altra realtà o, ancora, al grande pannello del poeta, alchimista e osservatore botanico che è Stefano Arienti.

2

Mi è impossibile citare tutti e non lo farò perché il mio è un caloroso invito ad andare anche perché l’accoglienza è cordiale e disponibile e ci si sente accolti come a casa, una casa dal gusto architettonico speciale. Unica pecca? La disposizione delle targhette esplicative che la vostra Marga Rina ha trovato oltremodo acrobatica.

Titolo: Le Stanze d’Aragona. Capitolo III

Dove: Villino Favaloro

Piazza Virgilio, Palermo

Fino al 14 novembre 2015

Orari: mar.-sab. 16-20

Ingresso gratuito

Per Info: Tel: +39 3471769901
[email protected]
www.rizzutogallery.com

Precedente "Men" di Tiziana Viola Massa, dal 3 ottobre a Palermo Successivo Dal 2 ottobre, Cristiano Guitarrini accende i suoi fuochi a Palermo!