Vista per Voi: Motivi del Visibile da Elle Arte a Palermo

Buon Domenica, Devoti Follower! Mi sembra di non scrivere da secoli (portati bene, però!) di domenica mattina, in giorno dopo avere visitato una stimolante mostra artistica! Eppure oggi, eccomi nuovamente a “recensirne” una!

Ieri ho visitato “Motivi del Visibile. Scritture, volumi, astrazioni”, della quale ho scritto la presentazione un paio di settimane fa: è la mostra collettiva di uno speciale quadrumvirato, come l’ha definito uno degli autori dei testi critici nel Catalogo Elle Edizioni, Aldo Gerbino, che sarà visitabile fino al 23 dicembre 2016, nella Galleria Elle Arte, a Palermo.

Chi sono i componenti di questo “quadrumvirato di artisti maturati per diverse e contigue generazioni – apertamente confortate dalla possibilità di una sinergia estetica”?  Sono Turi Sottile, Lino Tardia, Alessandro Monti ed Enzo Tardia, il primo artista che la vostra Marga Rina ha avuto il piacere di intervistare (cliccate qui  per leggerla!).

1
Opere di Enzo Tardia

Percorrendo le sale espositive, pare che il Colore, nelle sue multiformi declinazioni geometriche, abbia organizzato una festa per autocelebrarsi: è tutto un trionfo di verdi, blu intensi, rossi o arancio che incantano lo sguardo del visitatore, affascinandone i sensi interiori. Ogni artista, è vero, appartiene ad un differente  e ben definito percorso artistico, ma, come ha ben scritto Piero Longo, autore di un altro testo critico in catalogo, tutti operano “al limite tra astrazione e figuratività”, tutti adottano “compositività geometrica e informale visione cromatica del visibile mondo che ha generato le forme da essi trovate o inventate”. Sono le geometrie e i volumi della Natura Naturans ad averli ispirati ed è stata la loro originale ed originaria verve creativa ad avere trasferito ora su tela, ora su legno o su lamine bronzee, ad esempio, con effetti visibili straordinari.

Il percorso espositivo si apre con le tele di vario formato – simpatica la scelta di custodire in teche di plexiglass quelle di piccolo formato! – di Enzo Tardia, nelle quali ha declinato le sue geometriche visioni e le sue dinamiche interiori alla ricerca di Equilibri esistenziali eternamente cangianti ma, al contempo, degni di contemplazione e ispiranti tranquillità e pace.

2
Opere di Turi Sottile

Seguono le astrazioni di Turi Sottile, che ama sperimentare linguaggi e tecniche e supporti tra i più vari: pregevolissima è  “La via della seta”, nella quale acrilico, oro e bronzo si sposano su tela gommata o “Lasciando aperta…” su supporto blu trasparente e nella quale una labirintica  frase(come i labirinti magici di Enzo Tardia!) richiama subito il visitatore e lo avviluppa in un vortice di pensieri  che non implode, ma partorisce idee.

3
Opere di Alessandro Monti

Nella parte conclusiva del percorso, emergono nella loro matericità potente le opere di Alessandro Monti, anche lui, come Sottile, sperimentatore e creatore di supporti sui quali iettare la sua sfavillante creatività: le sue opere sono tridimensionali, sono peculiari sculture a incastro di tele sagomate, sabbia e legno nelle quali riproduce segni ancestrali, graffiti e codici simbolici.

Chiude magicamente il percorso Lino Tardia con singolarissimi acrilici su tela, che paiono rappresentare e sintetizzare al meglio il significato di questa collettiva: riproduce su fondi scuri o lievemente sfumati figure geometriche centrali nei quali è possibile riconoscere ora un occhio, ora un profilo o linee o curve che, combinandosi, diventano espressione di un linguaggio segreto o invisibile che solo lo sguardo attento può conferirgli motivi di Visibile…

4
Opere di Lino Tardia

Che aggiungere? Affrettatevi a visitarla!

Titolo: Motivi del Visibile. Scritture, volumi, astrazioni

Dove: Galleria Elle Arte

Via Ricasoli 45, Palermo

Fino al 23 dicembre 2016

Orari: tutti i giorni, domenica esclusa, 16:30-19:30

Ingresso gratuito

Precedente Lu miraculu ri Santa Lucia! Successivo Le metamorfosi di Maria Laura Riccobono al Mondadori Megastore di Palermo