Vento di “Scirocco” al Mondadori Store di Palermo

Sarà inaugurata venerdì 5 maggio 2017, alle ore 17, presso la sala conferenze della Mondadori Megastore Multicenter (via Ruggero Settimo, 18) di Palermo, la mostra collettiva “Scirocco”, patrocinata dal Comune di Palermo.

Tema della collettiva di artisti dell’Associazione Artistico Culturale Scruscio è la capacità di adattamento del popolo Siciliano e la sua attitudine alla resilienza.

Lo scirocco, che dà il titolo all’evento, è uno dei simboli climatici della Sicilia, un vento che soffia dal Sahara partendo caldo e secco e che giunge sulle coste dell’isola arricchito dall’umidità del mare. Al suo arrivo il Siciliano si arrende alla natura adattandosi come può. Il tema della collettiva nasce proprio dalla capacità di adattamento del popolo Siciliano, dalla sua capacità di resilienza. Resilienza intesa come capacità di far fronte in maniera positiva agli eventi traumatici, di riorganizzare positivamente la propria vita dinanzi alle difficoltà.
In un Isola, che ha visto il susseguirsi di 13 dominazioni differenti, vi sono processi economici e sociali che sopravvivono ad una situazione costante di difficoltà, dove il Siciliano si adegua per non sopperire. I Siciliani di queste dominazioni hanno preso il meglio e il peggio, creandosi un carattere prismatico e contraddittorio.
Ricca di contraddizioni non solo nella sua identità ma anche nella sua conformazione, dove dialogano insieme architetture dall’immenso patrimonio artistico monumentale: dalle mura puniche alle ville Liberty, dagli scavi archeologici delle vestigia romane ai mosaici arabo-normanni, dalle testimonianze risalenti alla preistoria ai magnifici palazzi spagnoli, al Barocco, ai palazzi medievali, ai templi greci e tanto altro ancora. Palermo è da sempre una città mosaico, espressione delle diverse culture europee che dialogano con il mondo arabo e luogo di interfacce culturali, con orgoglio nominata Capitale della Cultura 2018.
Ciascun artista (tra i quali voglio annoverare l’amica Mariella Cusumano), chiamato alla collettiva “Scirocco” interpreterà a suo modo la “sicilitudine“, termine coniato da Sciascia per indicare l’insieme delle consuetudini, della mentalità e degli atteggiamenti tradizionalmente attribuiti ai siciliani che ci dà quel senso di appartenenza alla nostra terra e alla nostra Cultura.
Durante l’inaugurazione, a celebrare la nostra essenza sarà la presentazione del libro dello scrittore Alfonso La LicataVento di ponente”, ambientato nell’aspra terra siciliana che racconta di personaggi addentrati in un intricato mistero. Interverranno il dott. Roberto Tripodi, leggerà alcuni brani del romanzo la dott.ssa Maria Grazia Cacciatore e si avranno gli interventi artistici di Ketty Lopes.

Per l’occasione si presenteranno i progetti artistici dell’Associazione Scruscio legati ad una crescita comune con lo spazio Magneti Cowork che ha l’obiettivo di contribuire alla vita professionale, culturale e sociale di Palermo.

La mostra sarà visitabile fino al 18 maggio 2017, a ingresso libero, nei consueti orari di apertura della libreria.

Precedente Alla Libreria del Mare, il cielo e il mare di De Chiara Successivo Il Planet Studio di Picking da Elle Arte