The secret of light di Taccogna in mostra a Palermo!

Salve Cari Follower! E’ con grande soddisfazione che oggi vi scrivo dell’imminente inaugurazione della mostra personale di Pierdonato Taccogna,  un giovane artista pugliese che ho avuto il gran piacere di ricevere mentre era in corso la mia “Caccia ai Tesori”, ospitata dalla MQ Immobiliare di Palermo nell’ottobre 2016.

Ho imparato a conoscere alcune delle sue suggestive opere attraverso il suo sito (clicca QUI per visitare il sito di Pierdonato Taccogna) ma, dal 18 marzo 2017, sia la vostra Marga Rina sia voi tutti potremo vederle dal vivo a Palermo…ma andiamo con ordine!

Sarà inaugurata sabato 18 marzo 2017, alle ore 19, presso lo spazio espositivo “Giuseppe Veniero Project” (Piazza Cassa di Risparmio 22) di Palermo, “The Secret of light”, mostra personale di Pierdonato Taccogna.

Tale esposizione consta di otto oli su tela di juta e di sedici disegni sia a biro sia a grafite tutti incentrati sui tre temi più cari del giovane artista di Triggiano (Ba): la luce, da cui deriva il titolo della personale,  la materia con la quale sono create le opere e, potremmo aggiungere, la materia oscura che compone lo Spazio Cosmico, del quale Taccogna riproduce una sua personalissima visione interiorizzata.

Ad ispirare l’artista sono le fotografie spaziali scattate dai telescopi, che riproducono nebulotici mondi e intermondi, nelle quali ai vuoti intergalattici si alternano e mescolano le luci di particelle indefinite, come le atmosfere evocate nelle tele e nei disegni, che sembrano eternare visioni inconsce ed oniriche.

Come spiega Giuseppe Carli, curatore ed autore del testo critico, “Questo è possibile solo attraverso uno studio molto stretto del colore della luce, con tutte le sue varianti, dovute alle varie particelle dei diversi elementi, così come gli artisti del passato approfondivano il clima o la geologia prima di dipingere un paesaggio. Nelle sue opere si riscontra una sorta di assonanza con il surrealismo, che tenta di scavalcare le consuete angustie oniriche dell’umano mentale per attingere alle fonti delle realtà cosmiche. La sua pittura sa trasmettere il fascino del suo mondo interiore, che è libero da ogni psicologismo a buon mercato e che comunica la voglia di verità nel conoscere la comune radice dell’ “io” e delle cose.
Ecco allora che il moto e la stasi, la contemplazione e l’azione, si fondono nella narrazione di queste primavere e albe cosmiche, da cui nasce e in cui fa perennemente ritorno la vita. Un eterno viaggio interstellare tra le profonde oasi dell’armonia e della perfezione oltre le illusioni umane”.

La mostra sarà visitabile fino al 15 aprile 2017, dal martedì al sabato, dalle 10 alle 12:30 e dalle 16 alle 19, a ingresso libero.

Per info: 3336066232; www.giuseppevenieroproject.com

Precedente "Natale 1130 a Palermo" di Sara Favarò Successivo Citelli e la "sua" Luce della Terra in mostra a Palermo