Scene nuove ma senza foto di un teatro antico…in una ex chiesa!

Sarà visitabile fino al 22 febbraio 2015, nell’Ex chiesa di San Mattia di via Torremuzza, a Palermo, “Scene nuove per un teatro antico” è una mostra che raccoglie i fondali di alcuni spettacoli che Mimmo Cuticchio ha realizzato durante il suo pluriennale percorso artistico.figlidarte-mostra
Come evoca il titolo, le scene sono “nuove” – sebbene alcuni cartelloni risalgano, ad esempio, agli anni ’50! – perché, per molti, l’opera dei pupi è una scoperta stranamente nuova ma anche perché è nuova la realtà che si affaccia, ogni giorno, a questa peculiare ma ancestrale – antica per l’appunto! – forma di teatro.
Lo studioso di cultura popolare siciliana Giuseppe Pitrè ha fissato la nascita dell’Opera dei Pupi nella prima metà dell’Ottocento anche se altri studiosi sono soliti retrodatarla di svariati secoli: secondo fonti classiche, tra cui Senofonte, era nota ai suoi tempi l’abilità di alcuni siracusani nel costruire e far muovere marionette.
Al di là delle origini e delle paternità (purtroppo mancava all’epoca il test del DNA teatrale!), certo è che l’opera dei pupi siciliani tragga radici dal racconto orale, che i cantastorie recitavano nelle piazze davanti a dei cartelloni dipinti: in mostra è , ad esempio, un cartellone che narra per immagini la storia di Cagliostro.
A parte i cartelloni da cantastorie, gran parte dell’esposizione raccoglie i numerosi fondali che, negli anni, hanno rappresentato la scena per numerosi pupi, appartenenti a vari cicli rappresentativi: non solo fondali del ciclo carolingio e di altre storie epico cavalleresche, ma anche fondali di stoffa del ciclo della guerra di Troia o della nobiltà francese del XVII secolo.
A parte i fondali, sono appesi qua e là pupi e foto di spettacoli e speciali “macchinari” come la macchina del tuono o la macchina dell’acqua.
E le foto che vi avevo promesso? Purtroppo non era possibile scattare foto così, qualora siate interessati – anche perché alcuni comunicati stampa sparsi nel web riferiscono che è possibile effettuare delle visite guidate – andate perché l’ingresso (almeno!) è gratuito.

Titolo: Scene nuove per un teatro antico

Dove: Ex chiesa di San Mattia

Via Torremuzza (nei pressi della Kalsa), Palermo

Fino al 22 febbraio 2015
Orari: mar.- sab. 10-13 e 16-19; domenica 10-13

Ingresso gratuito

Precedente Bare, misteri e crisi...che terzetto! Successivo Rosso come il fuoco...Aubertin espone a Palermo!