Il Planet Studio di Picking da Elle Arte

Sarà inaugurata venerdì 5 maggio 2017, alle ore 18, alla Galleria Elle Arte (via Ricasoli 45) di PalermoPLANET STUDIO per un inventario siciliano”, mostra personale di John Picking.

Saranno in esposizione 30 oli di grande, medio e piccolo formato, realizzati dal pittore inglese tra il 1969 e il 2017.
La mostra testimonia il lungo e fervido impegno artistico di Picking, caratterizzato da una continua ricerca formale e da un estro creativo inesauribile. Le tele esposte, infatti, rimandano alla vitalità dell’artista e riflettono la curiosità di un uomo che osserva il mondo animato da una continua sete di conoscenza e che, con grande perizia tecnica e libertà poetica, condensa in una cifra personale e inconfondibile il proprio operare artistico.

The explosion of the cube – John Picking

La peculiare figurazione a cavallo fra realismo e surrealismo, il richiamo al mito, la contaminazione tra le ascendenze britanniche e la cultura della sua terra di elezione (vive in Italia, tra la Sicilia e la Lombardia) si fondono nella produzione di Picking, originando un linguaggio pittorico e cromatico che con coerenza contraddistingue il suo fare artistico da 60 anni.
Scrive Aldo Gerbino nel testo di presentazione della mostra: “Per alcuni aspetti, una via tortuosa, ma per altri differenti punti di vista, un cammino virtuoso, ci appare quello che, con perseveranza, – o se vogliamo con vorace lucidità, – persegue John Picking sospinto, da lunghissimo tempo, dal suo fedele impegno intellettuale, armato di quel particolare governo ottico che insiste sul mondo e del quale egli gioiosamente s’ammanta. Nato nel Lancashire (classe 1939), studi d’arte condotti a Wigan e all’Accademia di Edimburgo, insegnamento a Manchester, dopo aver percorso la Spagna, la Norvegia e l’Italia (Sicilia e Toscana), dipana la sua esistenza, dagli anni Settanta, tra i noccioleti e le sugherete dei Nèbrodi siciliani e le colline della Franciacorta a ridosso del lombardo bacino lacustre del Sebino. Questa, icasticamente, può considerarsi la carta biologica, antropologica e culturale di John il quale ci ricorda come la geografia (qui etimologicamente trascritta nella misura di scrittura del mondo) non debba essere considerata quale epidermica indicazione, né tantomeno la sua valenza espressiva non possa per altro essere valutata quale semplice ornamento folklorico della propria vita.“
John Picking sarà presente in galleria, per incontrare il pubblico, il 5 e il 6 maggio.
La mostra si protrarrà fino al 30 maggio 2017 e sarà visitabile dal lunedì al sabato (esclusi festivi) dalle 17 alle 19,30 a Ingresso Gratuito.

Per informazioni: tel. 091-6114182; e-mail: [email protected]; website: www.ellearte.it

Precedente Vento di "Scirocco" al Mondadori Store di Palermo Successivo Where is my time di Salvo Agria da Bobez!