Il paradiso perduto di Linda Randazzo da Incontri in Arte

Sarà inaugurata sabato 18 giugno 2016, alle ore 19, presso “Incontri in Arte” l’atelier e spazio espositivo di Valeria Cacioppo (via Siracusa, 9) di Palermo,  “Paradiso Perduto”, mostra personale di Linda Randazzo, a cura di Tiziana Pantaleo.

La pittrice palermitana presenta una raccolta di recentissime opere inedite, alcuni oli su tela e una serie di acquerelli, realizzati appositamente per questa esposizione. Sono lavori che nascono come omaggio al legame assoluto che ha con il mare e riflettono le infinite emozioni che questo elemento è capace di evocare. L’artista lascia per un attimo la sua posizione da ritrattista, per dedicarsi alla creazione di alcuni paesaggi in cui si mischiano le atmosfere di ieri e di oggi, atmosfere che sembrano uscire dai nostri ricordi o dagli album di famiglia. Le ambientazioni sono le spiagge e i circoli balneari, popolati di bagnanti, bambini, pescatori, surfisti e gabbiani.

13346305_1726779340868163_8765660729806000425_o

Il titolo prende origine da una vicinanza emotiva con il poema epico Paradiso perduto di John Milton, il più grande rappresentante della letteratura inglese dopo Shakespeare, in cui è trattato un argomento intenso come la Cacciata dei progenitori dall’Eden. Un “dramma cosmico” che affronta temi profondi e ancestrali e che, dopo 350 anni dalla sua pubblicazione, rimane un’opera di incredibile modernità. Linda Randazzo si lascia ispirare dal tema e lo interpreta poeticamente, mutuando il senso malinconico della perdita e mettendo in atto uno slittamento spazio-temporale che proietta questo sentimento nei suoi luoghi, manifestando la volontà di non arrendersi e rivelando la capacità di ritrovare ciò che è un paradiso ormai perduto.

La mostra resterà aperta fino al 13 luglio 2016 e sarà visitabile dal lunedì al venerdì dalle 16:30 alle 19:30, e tutte le mattine su appuntamento.

Durante l’inaugurazione la casa editrice Glifo presenterà il terzo volume di “Betulla”, una collana di libretti d’artista per appunti dedicati all’annotazione e al rapporto fra disegno e parola; Dopo due volumi monografici questa è la prima Betulla tematica, dedicata all’affascinante mondo della danza, illustrata da 8 artisti, tra cui Linda Randazzo.

Precedente In attesa che passi la tempesta...di sabbia! Successivo No Fixed Abode a Terrasini (Pa)