Live performance di Pozzi, Madhertaner e Gebbia a Palermo

A conclusione della mostra personale di Lucio Pozzi, “Single and Plural”, inaugurata alla RizzutoGallery (via Maletto, 5) di Palermo, il 17 giugno 2017, l’artista milanese, nella cui pittura centrale è il problema linguistico sia nella sua componente dialettica di segno e superficie, sia nella funzione di connotato emotivo del colore, ha ideato un’azione-performance, che si svolgerà sabato 2 settembre 2017, dalle ore 19 a Piazza San Francesco d’Assisi, a Palermo.

L’azione-performance, insieme con quello di Lucio Pozzi, si avvarrà del contributo di Katharina Maderthaner, per la progettazione e la realizzazione di un’installazione che sarà utilizzata come suggestivo impianto scenografico, sia di Gianni Gebbia, per le musiche.


Come ha dichiarato Lucio Pozzi, “Ho iniziato a fare azioni verso la fine degli anni ’60 come parte del mio progetto di ridefinire la pittura da dentro e fuori di essa. Uno dei temi da me seguiti è la tensione fra senso e nonsenso in arte. Venne naturale produrre testi di varia natura con parole comprensibili e in controparte esplorare il potente mezzo della parlata fonetica senza significato. Ho tenuto intere conferenze improvvisando nel mio linguaggio immaginario Pacciamìna. Usandolo ho fatto discorsi, recitato visite guidate con accompagnamento di musica, parlato in opere video, scritto testi. Pacciamìna è il nome datogli dal mio fratellino autistico Marcello durante i nostri giochi d’infanzia. Adesso a Palermo presento un discorso diviso in parti inscenate all’interno dell’installazione di Katharina Maderthaner. La mia voce si intreccia con i suoni di Gianni Gebbia.”
Ecco, in dettaglio, i 3 contributi che saranno protagonisti attivi dell’installazione:

Lucio Pozzi
Se lo agguanti, non c’è più / If you catch it, it’s not there
Una azione in Pacciamìna / A Patchameena action

Katharina Maderthaner
Chi dice A, deve anche dire B / Who says A, must also say B
Costruzione / Construction

Gianni Gebbia
Sax and live electronics music

L’evento è patrocinato dal Comune di Palermo – Assessorato alla Cultura con la collaborazione dell’Antica Focacceria S. Francesco, Caffè Morettino, Mama Service e QMedia.

Precedente Visto per Voi: il Museo Mirabile di Marsala! Successivo La Palermo Contemporanea di Di Girolamo, in mostra a Palazzo Jung