Le Sinfonie Mediterranee di Roberto Soldatini a “Una marina di libri”

Salve Cari Follower! Perdonate l’assenza ma è davvero un periodaccio! Ma vi penso sempre, sapete? E non smetto di scrivere, anche se in modo altalenante!

Oggi vorrei segnalarvi un evento davvero imperdibile! Come molti di voi già sapranno, dal 9 al 12 giugno 2016, l’Orto Botanico di Palermo ospiterà “Una marina di libri”, il festival del libro tutto panormitano giunto alla sua settima edizione, nel corso del quale tanti editori indipendenti parleranno di sé e si faranno conoscere, insieme con tanti autori e scrittori che presenteranno le loro ultime fatiche: date un’occhiata al sito del festival e scaricate il programma se volete saperne di più!

Tra le presentazioni, vorrei segnalarvi una specialissima presentazione, su invito degli amici della “Libreria del Mare” di via Cala 50 a Palermo!

Venerdì 10 giugno 2016, alle ore 20, presso l’Orto Botanico di Palermo, in collaborazione con la Lega Navale Italiana Sezione Palermo Centro,  sarà presentato “Sinfonie Mediterranee” (Nutrimenti editore), di Roberto Soldatini, con l’esecuzione di alcuni brani al violoncello!

Sinfonie-mediterranee-2

 L’autore Roberto Soldatini, violoncellista e direttore d’orchestra, da cinque anni vive in barca alternando sei mesi in porto nella città che lo ha adottato, Napoli, e sei mesi in navigazione in solitario nel Mar Mediterraneo, insieme a un compagno d’eccezione, un violoncello vecchio di trecento anni. “Sinfonie Mediterranee”  è il racconto della sua nuova, lunga rotta alla ricerca dell’armonia, un’occasione anche per riflettere sulla nostra vita, individuale e collettiva.  “Sinfonie Mediterranee” è un diario di bordo affollato di incontri, dall’Italia tirrenica alla Grecia ionica, l’attraversamento del canale di Corinto fino all’Egeo, il periplo del Peloponneso, poi la risalita dell’Adriatico seguendo le coste di Albania, Montenegro, Croazia e Slovenia, fino a Trieste, per partecipare in solitaria alla storica Barcolana, la regata più affollata del Mediterraneo. Questo racconto musicato avviene secondo una rotta non prestabilita, ma tracciata seguendo il vento, con la consapevolezza che a dettare il percorso è sempre il ritmo della natura, e a volte il destino. Quasi cento tappe, approdi nuovi o nostalgici ritorni, a comporre un emozionante diario di bordo che è anche una guida per un diverso modo di viaggiare e di andar per mare.

Non mancate e amplificate le orecchie per le dolci sinfonie che sentirete narrare e…suonare!

Precedente I Miracoli di Katharina Maderthaner alla RizzutoGallery di Palermo Successivo In attesa che passi la tempesta...di sabbia!