La Sicilia, isola vissuta a San Cataldo

Sarà inaugurata sabato 10 ottobre 2015, alle ore 18,30, presso la sede dell’Archivio di Comunicazione Visiva e Libri d’Artista di San Cataldo (viale John Fitzgerald Kennedy, 14), in provincia di Caltanissetta, la monumentale collettiva “L’isola vissuta”.

rev153166(1)-ori
Carta geografica della Sicilia del 1578, della collezione di Palazzo Vecchio, a Firenze

Tale mostra, che sarà inaugurata proprio in occasione dell’XI Giornata del Contemporaneo, ha l’intento di celebrare e ribadire l’apporto creativo dato da numerosi artisti siciliani proprio all’Arte Contemporanea in Sicilia e in Italia, nel corso degli anni Novanta in una sede d’eccezione: San Cataldo e il suo Archivio sorgono, infatti, nel cuore quasi nascosto ma pulsante della Sicilia, un apparente cono d’ombra che vuole, a maggior ragione splendere e risplendere.

Sebbene, oggi, alcuni luoghi del contemporaneo siciliano siano stati, a ragione, mitizzati, come accade, ad esempio, per Palermo,  grazie soprattutto agli eventi promossi da pochi illuminati portavoce, esistono, come è il caso di San Cataldo, anche altre realtà ancora non indagate abbastanza ma degne di visibilità e risonanza mediatica.

Per valorizzare il contributo creativo donato da questi artisti ai linguaggi dell’arte visiva staccato dalla “sottocultura della periferia”, cui spesso la Sicilia è stata assimilata, ma addentro alla sinergia del centro irradiante valori culturali europei o internazionali – la Storia racconta che la nostra Isola si è a lungo meritato l’appellativo di “crocevia di culture” in approdo e transito! – dal 10 al 24 ottobre 2015, vecchie e si spera nuove conoscenze di Panormitania esporranno, lo sapete?

La vostra Marga Rina non li elencherà tutti perché sono davvero molti ma vi segnala i nomi di Ignazio Apolloni, Calogero Barba, anche ideatore e curatore dell’esposizione, Filli Cusenza, Franco Politano, Giusto Sucato, Croce Taravella ed Enzo Tardia, che mi ha segnalato l’evento e che Panormitania ha avuto il piacere di intervistare.

La mostra sarà visitabile, come ricordato, dal 10 al 24 ottobre 2015, da martedì a sabato, dalle 18 alle 20, a ingresso gratuito.

Per info: 0934588537

Precedente Vista per voi: "Men" di Tiziana Viola Massa Successivo Post riepilogo