La Caccia ai Tesori di Panormitania…e sono 3!

Buon pomeriggio Cari Follower! Su Facebook la vostra Marga Rina ha già dato l’annuncio e ufficialmente lo dà adesso anche qui, sul blog Panormitania, che molti di voi seguono con assiduità: è quasi tutto pronto per la terza mostra d’Arte che ho organizzato! Ci ho preso gusto e stavolta sarà una collettiva pittorica! Il titolo, come molti di voi hanno già ipotizzato, richiama “Le vie dei tesori“, la notissima manifestazione panormitana giunta alla sua X edizione e della quale la MQ Immobiliare che mi ospita è pure sponsor quest’anno!

Di seguito tutte le info!

Giovedì 20 ottobre 2016, alle ore 18:30, negli uffici della MQ Immobiliare di via Francesco Lo Jacono 10, a Palermo, sarà inaugurata la mostra collettiva, “Caccia ai tesori”.

copertina

La mostra, curata da Marga Rina, blogger di Panormitania (http://panormitania.altervista.org), riunisce una mirata selezione di opere pittoriche di Mimmo Papa, Roberto Fontana, Fabrizia Conti, Ilaria Caputo e Daniela Balsamo.

Tema centrale dell’esposizione è la caccia di specifici tesori, che si sviluppa secondo un itinerario indiziario che il visitatore percorrerà sia fisicamente sia spiritualmente: sarà un vero e proprio viaggio votato alla ricerca di sé e al riconoscimento e svelamento delle aspirazioni individuali più intime e personali. Ogni artista, infatti, è stato chiamato a sviluppare per immagini un sottotema che enfatizzasse alcuni dei bisogni sentiti e anelati e, talvolta, sofferti, dell’uomo del terzo millennio. Il percorso espositivo sarà articolato in tappe, cadenzate da indizi verosimili che avvicineranno poco alla volta il cacciatore – visitatore verso tesori cautamente visibili all’occhio interiore: ogni tappa sarà essa stessa un Tesoro dell’arte, rivelato in modo parziale o raggiunto come una dilaniante conquista e, nello stesso tempo, sarà come i sassolini di Hansel e Gretel raccolti i quali la via di fuga (o di uscita) sarà palesata. O forse no. Sarà il cuore dell’uomo a parlare e a dissipare le tenebre. L’itinerario espositivo sarà in tutto e per tutto metafora della vita coi suoi bivi, i suoi coni d’ombra, i suoi brancolamenti e le sue contraddizioni coesistenti con le sue rivelazioni e conquiste esistenziali, che pacificano l’anima e ne alimentano le energie.

dettagliodiana
Dettaglio di “Diana” di Ilaria Caputo

Non mancheranno le distrazioni o le pseudo selve oscure, proprio come i frondosi rami che l’altera Diana di Ilaria Caputo posseggono con mani ferme e sguardo altero all’inizio del percorso  e che accoglierà il visitatore all’inizio del percorso. L’itinerario espositivo apparirà ora come un gioco, ora come un rito iniziatico, ora come una via a tratti tortuosa e piena di insidie, come evocano le anime nude ritratte da Roberto Fontana o gli equilibri incerti affioranti come scogli dal mare di fragilità di Mimmo Papa: solo al termine del percorso le tenebre interiori si diraderanno, lo sguardo delle figure femminili di Daniela Balsamo e Fabrizia Conti sarà fermo e ritto verso la meta, sarà rivolto alla chiave della Verità, la chiave che aprirà la porta verso quella meta interiore e che conferirà senso a ogni umana azione terrena.

La mostra sarà visitabile fino al 4 novembre 2016, dal lunedì al venerdì, dalle 17 alle 20, a ingresso gratuito.

Per info inviare un’e-mail a [email protected] o visitare la pagina Facebook dedicata alla Caccia ai Tesori.

Precedente ICONIC 2016 fa tappa a Palermo, alla Galleria Bobez Successivo Acqua di Pietra, Pietra d’Acqua alla Galleria Studio 71