Giuseppe Cuccio in mostra alla Galleria Elle Arte di Palermo

Buon inizio 2018, cari follower! La vostra Marga Rina è mancata per qualche tempo ma ora è tornata per mantenere fede alla sua voglia di scrivere con originalità e di mostre e artisti talentuosi…e convinta di pubblicare post con regolarità anche!

Oggi scriverò un post sulla nuova avventura artistica che ha deciso di intraprendere la Galleria Elle Arte di via Ricasoli 45, a Palermo!!!!

Per celebrare i 20 anni di Elle Arte, la gallerista Laura Romano ha deciso di cominciare il 2018 ospitando, per la prima volta, una mostra di sculture! Di seguito tutti i dettagli…curiosi eh?

Sarà inaugurata sabato 13 gennaio 2018, alle ore 18, presso la Galleria Elle Arte, “D’un Sileno, di volti anatolici”, mostra personale di terrecotte e bronzi di Giuseppe Cuccio.

In esposizione saranno venti sculture in bronzo e terracotta di recente realizzazione che raccontano il composito universo artistico dello scultore palermitano, che ha attinto le sue tematiche ora dal mito, ora dalla storia.

Scrive Aldo Gerbino, curatore e autore del testo di presentazione :

“Terracotta e legno, marmo e bronzo ci dicono dunque dell’uso insistito della mano, del plasmare calchi e il corpo crudo dell’argilla. Su tali note di materia non può che affiorare il registro espressivo di Giuseppe Cuccio, giocato sulla fabrilità, sulle tattili pieghe, più o meno ardue, delle materie.[…] E qui, nell’intensa e contenuta antologia scultorea di Cuccio, assistono, con noi contemporanei, volti anatolici pronti a riappropriarsi della pietà, della commozione, mentre canti e inni serpeggianti tra pietre, terrecotte, bronzi (come il volto assorto e immalinconito dal tempo nell’efficace Testa femminile, bronzo, 2010) e frammenti marmorei disperdono il silenzio che pertiene alla scultura: stoffa accolta nel racconto del mondo, nel viaggio archetipico cui ogni generazione sembra essere spinta a ripetere tra visione e ri-creazione, tra radici e memoria. […] Con Pegaso, ninfe, arcaici torsi in travertino e pupille percorse dalle salsedini dell’Asia minore in cui gettò il suo sguardo ampio Europa figlia di Agenore, Giuseppe dice, infine, della persistenza del seme, della nostalgia alimentata dalla presenza dei padri”.

All’inaugurazione sarà presente l’artista.

La mostra si protrarrà fino al 3 febbraio 2018 e sarà visitabile tutti i giorni, esclusa la domenica, dalle 16:30 alle 19:30, a ingresso libero.

Per info: 091-6114182; e[email protected]; www.ellearte.it

Precedente Sinergie A4 Formato Futurista da Artè a Palermo Successivo Ephemeral Brand di Massimo Stenta alla RizzutoGallery