“Futur. 11/+” da Artè, a Palermo

Sarà inaugurata venerdì 2 Dicembre 2016, alle ore 18:30, presso la Casa d’arte Futurista Artè (viale Regione Siciliana 2841 NO) di Palermo, “Futur.11/+“, mostra collettiva futurista e, contestualmente, sarà lanciato il Manifesto della Rete Studio Ambiente Futurista, firmato da Antonino Gaeta, pittore e fondatore del Gruppo Futurista Siciliano Contemporaneo e di Artè, e da Antonio Saccoccio, oltre-artista e ricercatore digitale, il primo in Italia a rilanciare sul web l’avanguardia futurista di Filippo Tommaso Marinetti.

locandina-1
In tale occasione, come anticipato, sarà inaugurata “Futur.11/+”, sinergia futurista che vedrà simultaneamente coinvolti diversi esponenti del Futurismo Contemporaneo tra i quali Stefano Balice, Graziano Cecchini Rosso Trevi, Vitaldo Conte, Gianluigi Giorgetti, Roberto Guerra, Klaus-Peter Schneegass, Marco Zappa, oltre ai già citati Gaeta e Saccoccio.
Aprirà la Giornata Futurista l’intervento del Maestro Franco Nocera, ultimo Decano della Prima Cattedra di Pittura dell’Accademia Di Belle Arti di Palermo, cattedra retta per diversi anni dal Maestro Pippo Rizzo e nella quale si è formato Gaeta stesso.
Seguirà l’intervento del consigliere avv. Giulio Cusumano, che, in rappresentanza del Comune di Palermo, inaugurerà ufficialmente questa Prima Casa Futurista del terzo Millennio, con la scopertura di una targa commemorativa.
La Giornata proseguirà con la serata futurista “Festa Spri… Vata”, che, in pieno spirito futurista, aggregherà in un luogo pubblico/privato menti libere e audaci all’insegna delle arti anche con l’intervento musicale, a partire dalle 19:30, di Fulvio Caruana (musica elettronica e chitarra elettrica).
A seguire si svolgerà l’intervento in audiovideoconferenza da Latina con Antonio Saccoccio, che esporrà i nuclei fondanti del Futurismo Contemporaneo, seguito da contributi video di Roberto Guerra, tra i quali sarà proiettato in sala tribute “David Bowie Renaissance” live set per Romantronica, tributo a David Bowie, presentato al Festival del Nuovo Rinascimento a maggio 2016.

Simultaneamente il performer Vitaldo Conte darà vita ad un’azione sinergica parallela esibendosi presso l‘Atelier Montez di Roma in “Rituale Estremo Amore“, happening di arte-narrazione.
Alle ore 21,30, sarà possibile assistere a “La grande ceramica italiana degli Anni ’20 e ’30”, conferenza tenuta dal Professore Giorgio Levi ( Pisa), ricercatore noto a livello internazionale, insignito dell’Ordine Cherubino, che illustrerà l’opera degli artisti e delle manifatture più importanti del Primo Novecento, tra déco, futurismo, evoluzione dell’arte popolare, reinvenzione del mondo classico e richiami ai grandi movimenti artistici europei dei primi del secolo.
La serata si concluderà con una degustazione di prodotti offerti dall’Azienda Vinicola Tasca D’Almerita.
L‘evento è patrocinato dal comune di Palermo e dal comune di Bellagio (Mi).

La Mostra sarà visitabile fino al 30 Dicembre 2016, dal Lunedì al Venerdì, dalle 16:30-19:30, a ingresso libero.
Ingresso Libero. Sabato e domenica su appuntamento. Chiuso per i Festivi.
Per info: Cell. 3275324808; e-mail: [email protected] /[email protected]
https://www.facebook.com/studiofuturista.arte

Precedente Da Bobez, la mostra collettiva Cloisonnè Successivo I motivi del Visibile e non solo da Elle Arte a Palermo