EDIZIONE EXTRA-ORDINARIA, Marga Rina ci riprova!

Come recita il detto? “Non c’è tre senza quattro”, no? Beh, forse non è proprio così ma fa al caso di quello che sto per annunciarvi!

Dopo vari mesi di inattività mostruosa, la vostra Marga Rina ci riprova organizzando la sua quarta mostra artistica!

Anno nuovo (quasi finito in verità!), sede nuova ma stesso entusiasmo di sempre e, come di consueto, la vostra Marga Rina l’ha ideata, ha scritto i comunicati stampa, la pubblicizzerà sul web e collaborerà al suo allestimento insieme con gli altrettanto entusiasti ragazzi del Pyc, acronimo di Palermo Youth Centre, che ospiteranno me e l’artista Fabrizia Conti! A sponsorizzare l’evento saranno il Pyc e, per la quarta volta, la MQ Immobiliare di Palermo!

Di seguito le notizie in dettaglio! Appuntatevi la data del 23 novembre 2017 e veniteci a trovare!

Sarà, infatti, inaugurata giovedì 23 novembre 2017, alle ore 18:30, presso il Palermo Youth Centre (via Giuseppe De Spuches 20, Palermo), “EDIZIONE EXTRA-ORDINARIA!”, prima mostra personale italiana di Fabrizia Conti, a cura di Margherita Musso (alias Marga Rina).

Questa esposizione riunisce trenta recenti oli ed acquerelli realizzati su carta, cartone e fogli di giornale, che hanno ispirato il titolo della mostra di Fabrizia Conti, artista che, da un paio d’anni, vive a Palermo: Edizione Extra-Ordinaria vuole richiamare sia le pagine di quotidiano sulle quali normalmente ella si diverte a dipingere, sia il filo conduttore dell’esposizione. Tutte le opere riunite sono, infatti, ispirate all’attualissimo – basta sfogliare una qualsiasi testata on line o cartacea – tema della Multiculturalità, intesa sia come commistione di etnie e culture tra loro diverse, sia come occasione di fertile incontro finalizzato all’Integrazione e alla pacifica convivenza.

Questa occasione di prolifico dialogo, secondo gli sketch dipinti di attimi rubati da Fabrizia Conti, trova il suo luogo più idoneo tra le bancarelle variopinte del mercato di Ballarò, agli angoli dei vicoli e vicoletti di via Maqueda o nei locali di ultima generazione del Centro Storico, dove si suonano esotiche commistioni musicali.

Ogni opera di quest’artista non solo immortala istantanee di quotidianità singole ma incanala esotiche storie fatte di emozioni sentite, perché ogni figura o sguardo ritratti hanno un’Identità (tema spinoso secondo Amin Maalouf), figlia della relazione-incontro e, negli ultimi tempi, dell’efferato scontro con l’Altro.

Tutto le opere realizzate ad hoc per questa mostra personale, in verità, vogliono essere un invito sia alla riflessione sul rapporto di ciascuno con se stesso quando, singolarmente, si apre a tutto quello che è solo apparentemente diverso da noi, basti pensare a un quadro concettuale, o al suono di una lingua non familiare,  o a un copricapo esotico; sia a una riflessione per immagini sul Futuro di totale apertura verso le “identità composte” che popoleranno le nostre giornate, un futuro che, come spera Fabrizia Conti, consenta di divenire tutti, nessuno escluso, splendide e avanzate versioni di noi stessi e non, come ogni giorno enfatizzano le notizie di cronaca, tribù chiusi che fomentano odio, violenza e ignoranza.

La mostra, a cura di Margherita Musso (Marga Rina), blogger di Panormitania, sarà visitabile fino a martedì 5 dicembre 2017, dal lunedì al venerdì, dalle 18:30 alle 24 a ingresso libero. Rimarrà chiusa sabato, domenica e martedì 28 novembre.

Testi: Margherita Musso e Fabrizia Conti

Organizzazione: Palermo Youth Centre

Evento Sponsorizzato dal Palermo Youth Centre e da MQ Immobiliare di Palermo

Per info: [email protected]

Precedente MainOFF ai Cantieri Culturali di Palermo Successivo I Color in motion di Rainer Splitt alla RizzutoGallery di Palermo